(It) La magia della Valle di Ledro: cosa vedere in un weekend

Sorry, this entry is only available in Italian. For the sake of viewer convenience, the content is shown below in the alternative language. You may click the link to switch the active language.

Ricorderò sempre il weekend trascorso in Valle di Ledro, per due motivi: innanzitutto per la bellezza del luogo – non conoscevo questa zona ed è stata una piacevolissima sorpresa! – e poi anche perchè si è trattato del primo fine settimana fuori casa dopo l’emergenza sanitaria che ci ha confinati prima nelle nostre case, e poi nelle nostre regioni, per interi mesi di questo strano ed imprevedibile 2020. Anche per questo i giorni trascorsi in Trentino hanno assunto, per me, un valore ancora più grande.

La Valle di Ledro è un’area bellissima e ricca di attrattive, l’offerta è così varia da renderla una destinazione ideale per tante tipologie di viaggio diverse. Che viaggiate da soli, in coppia o con i bambini, che siate sportivi o alla ricerca di relax completo, non sarete delusi. Mi sono trattenuta davvero poco in zona e mi sarebbe piaciuto aver avuto qualche altro giorno a disposizione. Ma sappiamo bene come funziona, vero? Spesso dobbiamo limitare queste fughe al fine settimana, ho quindi pensato fosse utile anche per voi scoprire cosa fare e cosa vedere in Valle di Ledro in un weekend.

Il giro completo del Lago di Ledro

Sono circa 10 i chilometri di sentiero pianeggiante che vi permetteranno di percorrere la circonferenza del Lago di Ledro. E’ la passeggiata che, soprattutto se come me visitate la zona per la prima volta, non potete assolutamente perdere. Il sentiero costeggia, quasi per la sua totalità, le acque del lago. Una piccola deviazione, all’altezza di Mezzolago, vi condurrà tra le vie del borgo e fino ad un belvedere, per poi riscendere verso il lago. Il sentiero è tutto pedonale e ciclabile, ad eccezione del breve tratto da Molina a Pur, che percorrerete su strada normale. Non si tratta però di una strada trafficata, potete percorrerla tranquillamente camminando a lato.

La passeggiata è molto piacevole e regala splendidi paesaggi, che spaziano da quelli lacustri a quelli di montagna. Scenari anche singolari, nel caso delle tipiche palafitte, sul lato orientale del lago. Lungo il percorso troverete spiaggette, panchine, ristoranti e aree per sostare. Si tratta quindi di un percorso lungo ma per nulla faticoso, la facilità di sostare e riposarsi lo rende adatto anche ai meno allenati e ai bambini. Ovviamente lo stesso sentiero, in meno tempo, potete percorrerlo anche in bicicletta.

lago di ledro sentiero

Parte del sentiero che percorre la circonferenza del Lago di Ledro

Attività e sport in acqua

Quando vedrete i meravigliosi colori del lago e la sua acqua limpida, vi verrà voglia di fare un bagno (in estate, chiaro!). Il Lago di Ledro è balneabile e le proposte per sport e attività acquatiche non mancano di certo. Potete noleggiare pedalò e kayak, provare il wakeboard, il SUP, oppure cimentarvi in un corso di vela.

lago di ledro

Il Lago di Ledro da un’altra prospettiva

Panorami mozzafiato da Passo Tremalzo

Se trascorrete un weekend nella Valle di Ledro, dopo aver trascorso una giornata al lago un’ottima idea può essere quella di percorrere qualche trekking nei dintorni, alla ricerca di punti panoramici e scorci sulle montagne. Noi abbiamo scelto una passeggiata non molto impegnativa, di circa 4km, a Passo Tremalzo. Il punto di partenza è il Rifugio Garda (posizione esatta qui), dove potrete parcheggiare l’auto. Date un occhio alla mappa: vi trovate proprio al confine tra Trentino Alto-Adige e Lombardia. Da qui seguite le indicazioni per il traforo, che raggiungerete dopo aver percorso circa 2km di sentiero ampio e panoramico (e dopo aver scattato molte foto!).

Il sentiero è comodo e non molto lungo, ma costantemente in leggera salita, tenetelo presente. Poco prima del traforo aguzzate la vista, una piccola indicazione sulla sinistra vi indicherà un breve percorso in salita per ammirare il Lago di Ledro dall’alto, non perdetelo. Oltrepassato poi il traforo, dopo pochi metri vi apparirà un altro bellissimo paesaggio, e questa volta il protagonista è il Lago di Garda, nella porzione all’altezza, pressapoco, di Limone sul Garda.

Sentiero a Passo Tremalzo

Sentiero a Passo Tremalzo

La cascata del Gorg d’Abiss

Ripartendo da Tremalzo, tornando verso il Lago di Ledro, fate una sosta nel piccolo paese di Tiarno di Sotto. Parcheggiate e seguite le indicazioni per la cascata del Gorg d’Abiss: dopo una breve passeggiata lungo il torrente Massangla, perfetta anche per i bambini e molto rinfrescante nelle giornate estive, arriverete alla cascata. E’ davvero bella e vista la comodità del sentiero e la vicinanza al centro abitato, ne vale assolutamente la pena. Questa piccola escursione è affascinante anche in inverno, quando la cascata ghiaccia.

La cascata del Gorg d'Abiss

La cascata del Gorg d’Abiss

Dormire in uno chalet circondati dalle montagne

Se vi state chiedendo dove dormire vicino al Lago di Ledro, sappiate che la mia esperienza al Ledro Mountain Chalets è stata sorprendente: chalet indipendenti realizzati in legno, circondati dalle montagne e arredati con gusto. Una vera favola, completata da una piscina riscaldata in cui rilassarsi, sauna (il nostro chalet ne aveva una privata, addirittura), e un ricco cestino recapitato ogni mattina alla vostra porta per fare colazione. La soluzione ideale per staccare completamente dalla routine di tutti i giorni e ritrovarsi in un angolo di pace e natura.

Vi segnalo però sin da subito che i prezzi degli chalets sono davvero molto alti, soprattutto se si viaggia in coppia. Una sistemazione del genere non ce la si può sempre concedere, lo so bene. Mi sembra quindi giusto fornirvi un paio di ottime alternative ad una fascia di prezzo inferiore: date un occhio al Good Life Hotel Garden e al graziosissimo appartamento Ca’ del Popo.

La piscina dei Ledro Mountain Chalets

La piscina dei Ledro Mountain Chalets

Dove mangiare vicino al Lago di Ledro

Se siete già stati in Trentino, sapete bene quante ottime specialità riservi la cucina regionale. Per quanto riguarda i ristoranti lungolago, prendete in considerazione Speck & Stube, per un pasto veloce e un piatto tipico. Allontadandosi invece un po’ dal lago vi suggerisco l’agriturismo La Dasa. Locale senza pretese ma molto genuino, menu composto da piatti tipici e formaggi prodotti direttamente dal titolare. Il ristorante fa infatti parti dell’azienda agricola, tanto che a pochi passi potrete anche visitare la stalla. A completare il tutto, l’ottimo rapporto qualità prezzo e il bel panorama dal piazzale d’ingresso. Per finire un ultimo consiglio: se avete voglia di spingervi verso il Lago di Garda, da non perdere l’agriturismo Eden Marone, a Riva del Garda. Chiedete un tavolo all’aperto, menu tipico e bella vista!


A me è decisamente venuta voglia di tornare in Valle di Ledro. E a voi? Spero di avervi dato qualche spunto utile per trascorrere un bel weekend in questa zona e – perchè no? – di avervi fatto conoscere un pezzetto di Trentino di cui magari, fino ad ora, non sapevate molto.

Martina

About the Author

Martina

Sono Martina, abito a Padova e nella vita, oltre ad essere un’instancabile viaggiatrice, sono una Web Developer a tempo pieno. Amo la fotografia. Spero di riuscire ad ispirare chi, come me, è animato da una grande passione per la scoperta di posti nuovi.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *