(It) Weekend a Pirano: cosa vedere e cosa fare (vi stupirà!)

Sorry, this entry is only available in Italian. For the sake of viewer convenience, the content is shown below in the alternative language. You may click the link to switch the active language.

Avete presente i weekend improvvisati? Quelli organizzati all’ultimo giusto per staccare la spina dal lavoro e le-solite-cose? Ecco, il weekend a Pirano è nato proprio così. A dire la verità, poco tempo fa nemmeno conoscevo questa cittadina. Qualche foto in primavera aveva catturato la mia attenzione (il lato bello di Instagram ogni tanto c’è ancora!) e, grazie alla vicinanza, è diventata la destinazione di quel bel weekend di fine giugno.

E, devo proprio ammetterlo, si è rivelata una bellissima scoperta!

Nel post di oggi vi racconto cosa vedere a Pirano in un weekend, con un giusto equilibrio tra cultura e (meritato) relax.

Trascorri più di un weekend in Slovenia? Potrebbero interessarti anche:

Dove dormire a Pirano

Voglio dedicare una piccola parentesi allo splendido b&b in cui abbiamo soggiornato durante il nostro weekend a Pirano: B&B Memento Piran. Questo b&b è stato inaugurato all’inizio dell’anno e si trova a pochi passi da Piazza Tartini. E’ una struttura fantastica per qualsiasi aspetto: il design, l’accoglienza dello staff, i servizi.

Si tratta di un palazzo storico ristrutturato con estremo gusto in chiave moderna. Per rendere l’idea, pensate che non smettevo di forografarne gli interni! La camera era ovviamente deliziosa, come il balcone con vista sul Campanile di San Giorgio. Inclusi nel prezzo anche il parcheggio alle porte di Pirano (molto importante, dovete altrimenti calcolarla come spesa extra perchè Pirano è quasi del tutto pedonale), colazione e angolo snack e bevande 24/24h.

Quando tornerò a Pirano, B&B Memento Piran sarà nuovamente la mia scelta. Non posso immaginarne una migliore!

Cosa vedere a Pirano

chiesa e campanile di san giorgio

Quando lo vedrete per la prima volta, il campanile della Chiesa di San Giorgio di Pirano avrà – come dire? – un aspetto familiare. La vostra sensazione è più che fondata! Si tratta, infatti, di una vera e propria miniatura del Campanile di San Marco di Venezia. Il campanile di Pirano è alto 47m (contro i 99m di quello veneziano) e dalla sua cima potrete godere di uno splendido panorama sulla città, favorito anche dalla posizione già sopraelevata della Chiesa di San Giorgio, che sorge su una collina. L’accesso al campanile viene 2 euro e vi suggerisco di non perdere questa occasione se trascorrete un weekend a Pirano.

Una curiosità? I piani da percorrere sono 15 ed ognuno è dedicato ad un angelo o arcangelo.

pirano-vista-dal-campanile

Piazza Tartini dal Campanile della Chiesa di San Giorgio

walls of piran

Se vi state chiedendo cosa vedere a Pirano in un weekend, le sue mura medioevali sono una tappa imperdibile. Il loro stato di conservazione è ottimo, grazie anche ai lavori di mantenimento e ristrutturazione mai trascurati nel corso degli anni. Anche qui l’ingresso costa 2 euro e vi consentirà di ammirare Pirano da un punto ancora più alto, per apprezzare in modo ancora più evidente la sua geografia peninsulare e il netto contrasto tra i tetti rossi delle case ed il mare che le circonda da ogni lato.

VIsta di Pirano dalle sue mura

VIsta di Pirano dalle sue mura

piazza tartini

E’ la piazza principale di Pirano dedicata al suo celebre cittadino, Giuseppe Tartini (1692-1770), apprezzato violinista e compositore. La piazza è di forma ellittica e vi colpirà per la bellezza delle facciate che la circondano. Tra queste spicca quella della celebre Casa Veneziana, sulla quale, se osservate bene, vi è un’incisione della scritta “Lassa pur dir” (Lascia che parlino).

La leggenda narra che una giovane ragazza di Pirano e un ricco mercante di Venezia si innamorarono, ma che questa relazione rese difficile la vita della ragazza, perseguitata dalle malelingue. A causa delle sue continue offese, il commerciante fece realizzare la targa con la scritta. Piccolo spoiler? Pare che il mercante, ad un certo punto, sparì abbandonando la sua “amata”. Lo so, sembrava tutto molto più romantico all’inizio.

Piazza Tartini di Pirano

Piazza Tartini di Pirano

Passeggiata sul lungomare

La piccola Pirano è una vera e propria penisola e l’impressione sarà proprio quella di essere costantemente circondati dal mare. Vi suggerisco di fare una passeggiata lungo tutta la sua breve costa, che soprattutto la sera si anima tra ristoranti (un po’ troppo turistici a dire il vero) e bar. La serata che abbiamo trascorso a Pirano è stata animata da una specie di sagra cittadina con tanto di palco e gruppo musicale, l’atmosfera ci è piaciuta davvero molto.

spiaggia di fiesa

Se trascorrete un weekend a Pirano, una buona idea è senza dubbio quella di percorrere il sentiero che vi conduce on una breve passeggiata alla spiaggia di Fiesa (o Fiesso). Il sentiero è sopraelevato e si affaccia sul mare per tutta la sua lunghezza. Inutile specificare che mi è piaciuto moltissimo. Anche i tramonti, da qui, sono speciali.

Se come me volete passare qualche ora a Fiesa tra sole e bagni potrete stendervi sull’erba (percorrendo tutto il sentiero fino alla fine, dove si trovano un hotel e un paio di bar) oppure stabilirvi lungo la spiaggia di sassi, per cui vi consiglio un materassino. Se la giornata è affollata, questa seconda opzione potrebbe essere la migliore. Da non dimenticare anche, in tutta la zona, le scarpette da scoglio. In Slovenia, infatti, le spiagge sono di sassi e rocce.

Vista dal sentiero che porta a Fiesa

Vista dal sentiero che porta a Fiesa

Cosa vedere a Pirano: i dintorni

moon bay di strugnano (strunjan)

Sono stata alla Moon Bay di Strugnano prima di arrivare a Pirano, da cui dista solo 15 minuti. Il paesaggio è spettacolare ed i colori lo sono altrettanto. Cionostante non abbiamo trovato molta gente, anzi. Probabilmente il fatto di percorrere un breve sentiero per scendere dalla falesia scoraggia qualcuno, ma vi assicuro che è semplicissimo e breve. E’ stata una vera sorpresa!

Come raggiungere la Moon Bay di Strugnano

Dato che in rete avevo trovato informazioni confuse, ecco le indicazioni per arrivare alla Moon Bay di Strugnano: parcheggiare a pagamento qui (1 euro/h, giugno 2019) o lungo la strada nei pressi della chiesa (ma pochissimi posti), raggiungere a piedi la croce, e da qui scendere verso destra. Vedrete subito la baia e non vi resterà che percorrere per qualche minuto il sentiero che scende naturalmente verso il mare. Per non lasciarvi proprio alcun dubbio, la spiaggia è questa.

Nonostante la baia non fosse affatto affollata di sabato, parcheggiare è stata un’impresa. Vi consiglio quindi di arrivare al parcheggio abbastanza presto, o di armarvi di molta pazienza ed aspettare che qualcuno se ne vada. Abbiamo cercato molto anche dei dintorni, ma quel parcheggio sembra essere davvero l’unica opzione.

La Moon Bay di Strugnano

La Moon Bay di Strugnano

Se avete più tempo a disposizione, ricordate che le tappe da visitare non sono finite qui. Dedicate sicuramente una visita a Portorose (nota anche per le sue terme), magari raggiungendola in bicicletta. Altre cittadine da vedere sono Izola e Capodistria. Invece, spostandosi a sud, entrerette dopo pochi chilometri in terra croata. In poco più di un’ora potrete, ad esempio, arrivare a Rovigno.

Se poi tornando in Italia dovesse avanzare un po’ di tempo, un’ottima idea è quella di fare una sosta a Trieste e al Castello di Miramare.

Spero di avervi trasmesso almeno un po’ dell’entusiasmo verso questa meta scelta un po’ per caso, ma in cui non vedo già l’ora di tornare.

Siete mai stati a Pirano? Vi piacerebbe vederla?

Martina

About the Author

Martina

Sono Martina, abito a Padova e nella vita, oltre ad essere un’instancabile viaggiatrice, sono una Web Developer a tempo pieno. Amo la fotografia. Spero di riuscire ad ispirare chi, come me, è animato da una grande passione per la scoperta di posti nuovi.

2 Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *