Erasmus a Nicosia (Cipro): i consigli di chi l’ha fatto veramente

  • erasmus-cipro

    Accademia di Belle Arti

    Macerata

    settembre 2016 – febbraio 2017

    “Non c’è modo migliore per conoscere un paese che parlare con chi ci vive! La storia cipriota è interessante e difficile da trovare sui libri di scuola. Sarà affascinante ascoltare chi l’ha vissuta in prima persona.”


    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

    airbnb_30_it

  • #1 Che consigli daresti a chi è in cerca di una casa o alloggio a Nicosia? Qual è la spesa indicativa mensile per l’affitto?

    Per l’alloggio sono stata molto fortunata, l’università aveva delle case “associate” dedicate agli Erasmus: ho avuto così l’occasione di condividere il palazzo con altri 13 ragazzi che stavano vivendo la mia stessa esperienza e presto siamo diventati una famiglia. La spesa indicativa mensile varia dai 200 ai 250 euro per una stanza singola sia che essa si trovi più vicina al centro o più verso l’università di Nicosia. Se si vuole scendere un po’ con il prezzo bisogna cercare nelle zone più periferiche che, tuttavia, non sono collegate benissimo.

    #2 In generale, come definiresti il costo della vita a Nicosia?

    Premettendo che Nicosia è la capitale di Cipro, il costo della vita è medio-basso. Si può andare a cena fuori con 10 €, prendere l’autobus con 0.75€ (se si è studenti) e uscire e divertirsi con poco. D’altra parte andare al supermercato può essere costoso: Cipro è un’isola per cui tutto ciò che non viene prodotto lì viene importato e i prezzi salgono. Una volta ho trovato un sacchetto di spinaci surgelati a 7€! Tuttavia con un po’ d’attenzione si riesce a non spendere una fortuna.

    #3 La lingua è stato un problema? Hai avuto difficoltà ad interagire con la gente locale? Hai seguito qualche corso?

    La lingua ufficiale nel sud di Cipro è il Greco moderno, tuttavia il 70% della popolazione parla Inglese, essendo stata a lungo una colonia britannica. Dal bambino che vive di fronte, al vecchietto che incontri per strada, alla cassiera al supermercato, tutti parlano un buon Inglese. Purtroppo quando sono partita il mio era ad un livello molto basso, ma sono bastate poche settimane lontana dagli Italiani per migliorare moltissimo. Ho cercato inoltre di imparare le parole “base” del Greco, visto che viene molto apprezzato quando si saluta o ringrazia in lingua.

    #4 E’ stato difficile adattarsi allo stile di vita di Nicosia (ad es. cucina, mezzi di trasporto)?

    La cultura cipriota non è così diversa da quella italiana anche se all’inizio trovarmi da sola in un paese straniero non è stato facile. Non conoscevo le strade, per un po’ di tempo ho mangiato cose strane (essendo le etichette scritte in greco non capivo molto), ma in poco tempo mi sono ambientata. Il cibo tradizionale è un misto tra il greco e il turco, abbastanza speziato e secondo me gustosissimo. Ovunque si possono trovare gyros e souvlaki (carne simile al kebab) molto buoni a prezzi bassissimi!

    #5 Le 3 difficoltà più grandi che hai incontrato nel tuo Erasmus a Nicosia

    1. ATTRAVERSARE LA STRADA: sembrerà una sciocchezza ma all’inizio è stato davvero duro! A Cipro guidano a sinistra per cui quando attraversi devi stare attento a guardare prima a destra. Il primo periodo ho rischiato varie volte di essere investita.
    2. ABITUARMI AL CAFFE’: da buona italiana amo l’espresso ma naturalmente è stato quasi impossibile trovarlo. Essendo stato molto caldo per la maggior parte del tempo che sono stata lì ho optato per quello che loro chiamano frappè: un caffè e latte shakerato con il ghiaccio.
    3. RICORDASI DI BUTTARE LA CARTA IGENICA NEL CESTINO: sì sì nel cestino, non avete letto male! In qualsiasi luogo, anche nelle case, si trovano cartelli che vietano di buttare qualsiasi cosa nel water.

    #6 I 3 aspetti migliori del tuo Erasmus a Nicosia

    1. NON HO VISSUTO L’INVERNO: Il clima cipriota è un clima mediterraneo con estati lunghe e secche e inverni brevi e miti. Nei primi giorni di permanenza le temperature oscillavano tra i 40° e i 45°, sono andata al mare fino a Novembre e ho cominciato a indossare “maglioncini” solo a Dicembre. Insomma l’inverno non so cosa sia stato!
    2. IL MARE: A Cipro il mare è a dir poco stupendo, l’acqua è cristallina e i paesaggi mozzafiato. A Nicosia non c’è il mare ma con max. un’ora e mezza di autobus si possono raggiungere spiagge bellissime dove rilassarsi o stabilimenti balneari dove divertirsi!
    3. LE AMICIZIE: Ho trovato un fantastico gruppo di amici. Quando vivi questo tipo di esperienze con altre persone si crea un legame che va al di là del sentirsi o vedersi spesso.

    #7 I 3 consigli che daresti alle persone che stanno per iniziare un Erasmus a Nicosia

    1. AFFITTATE UNA MACCHINA E GIRATE TUTTA L’ISOLA: Cipro è un’isola molto piccola per cui nei miei 5 mesi sono riuscita a girarla praticamente tutta! Affittare la macchina è stata la soluzione migliore, sia perché ho potuto raggiungere i luoghi più sperduti, sia perché è davvero economico.
    2. PASSATE IL MURO CHE DIVIDE NICOSIA: Nicosia è l’ultima capitale divisa nel mondo ma è possibile passare, tramite dei checkpoint, nella parte nord che è sotto occupazione. Non fatevi spaventare! E’ una cosa molto interessante sia a livello storico che culturale, in più il nord è davvero bellissimo!
    3. PARLATE CON I CIPRIOTI: Non c’è modo migliore per conoscere un paese che parlare con chi ci vive! Inoltre la storia cipriota è molto interessante e difficile da trovare sui libri di scuola. Sarà affascinante ascoltare chi l’ha vissuta in prima persona.

    #8 Consiglieresti Cipro come meta di un Erasmus?

    Assolutamente sì! L’università è molto buona e la città offre sia il divertimento che la cultura!

    #9 Invece, se ce ne fosse occasione, ti trasferiresti a Nicosia?

    Per un breve periodo sicuramente. Se c’è una cosa che ho imparato dopo questo Erasmus è che l’estero è meraviglioso ma l’Italia manca tanto quando si sta via per un po’.

    #10 Un saluto nella lingua locale! 🙂

    γεια σου! Che si legge “iasù”.

About the Author

Martina

Sono Martina, abito a Padova e nella vita, oltre ad essere un’instancabile viaggiatrice, sono una Web Developer a tempo pieno. Amo la fotografia. Spero di riuscire ad ispirare chi, come me, è animato da una grande passione per la scoperta di posti nuovi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *