La guida definitiva al bagaglio a mano perfetto: 7 consigli

Sei pronto per il prossimo viaggio, ma l’unica valigia che puoi portare con te è un minuscolo trolley da cabina?
Niente panico! Qui trovi i 7 consigli che ti salveranno di fronte al dover concentrare in pochi chili (e centimetri!) tutto il necessario.

#1 Il beauty: le minitaglie

Oltre che proibito da tutte le compagnie aeree, portare in viaggio con sè enormi bottiglioni di creme, shampoo e bagnoschiuma è anche del tutto inutile, dato che in viaggio ne utilizzeremo solo una piccola parte. Dotatevi quindi di un kit di contenitori da viaggio oppure di prodotti in formato minitaglia.

I primi li puoi reperire ormai dappertutto, anche nelle catene della grande distribuzione (ad es. marchio Shaka da OVS). A pochi euro avrai un kit di contenitori da 100 ml o meno, in cui potrai trasferire i tuoi prodotti preferiti. Oltre che per i viaggi in aereo, ti sarà utilissimo anche per i weekend fuori casa!

Ancora più comode sono le minitaglie, diffusissime all’estero e in via di diffusione anche in Italia. Dal deodorante al dentifricio, dallo shampoo alla crema viso, anche la scocciatura di travasare i prodotti ti sarà evitata. Le puoi reperire nelle catene di negozi, come Tigotà e OVS, anche se l’assortimento di Boots (UK) è imbattibile! Solitamente appena ne vedo di interessanti ne compro un paio come scorta. Dai un occhio anche al duty free in aeroporto.

#2 Arrotolare i vestiti

Dai numerosi video in rete pare quasi scientificamente provato che arrotolare i vestiti consenta di risparmiare non solo spazio, ma anche pieghe. Il mio consiglio è di fare una distinzione: arrotolate maglie e pantaloni, mentre disponete gli abiti per ultimi occupando tutto lo strato superiore, in modo da limitare le pieghe. Molto utili anche i contenitori come questi, che permettono di tenere il bagaglio molto più ordinato.

#3 Riporre i calzini dentro le scarpe

Se il tuo viaggio non prevede l’utilizzo delle sole infradito, di sicuro dovrai portare con te più di qualche paio di calzini, che occupano uno spazio non indifferente. Un ottimo consiglio è quello di riporli all’interno delle scarpe. Non solo sfrutterai uno spazio altrimenti inutilizzato, ma limiterai anche i piccoli danni che pesi e schiacciamenti potrebbero portare alle tue calzature.

#4 Dotarsi di un pesavaligie

Essere costretti ad aprire e svuotare parte della propria valigia davanti a tutti al banco del check-in, o peggio, dover pagare un sovrapprezzo perchè il bagaglio è troppo pesante, è decisamente uno dei modi peggiori per iniziare la propria vacanza. Che poi, avete mai notato quanta attenzione attira una valigia aperta in bella vista?

Nei negozi specializzati in articoli da viaggio o in rete potete reperire dei comodi pesavaligie portatili che vi salveranno la vita.

#5. Attaccare un’etichetta al bagaglio

Questa è un’abitudine ormai consolidata per i bagagli imbarcati in stiva, ma quasi mai viene adottata per quelli che teniamo con noi in cabina. Ci sono vari scenari (poco probabili, certo, ma possibili!) che vi potrebbero far rimpiangere di non aver applicato una semplice etichetta che indichi il tuo nome ed il tuo indirizzo.

E’ diventata usanza delle compagnie low cost imbarcare in stiva alcuni trolley quando le cappelliere iniziano ad essere piene. Questo è uno di quei casi che vi esporrà al rischio di smarrire la valigia e realizzerete che un’etichetta avrebbe davvero potuto salvarvi. Oppure, potrebbe succedere che, inavvertitamente, il proprietario di una valigia molto simile alla vostra se ne impossessi abbandonando l’aeroporto con essa. Insomma, un piccolo accorgimento per evitare uno spiacevole imprevisto!

#6 Disporre in cima i vestiti che serviranno per primi

Non sempre abbiamo il tempo (e la voglia) di disfare con calma il nostro bagaglio non appena giunti a destinazione. O magari il trattenerci in un posto giusto una paio di notti ci fa sembrare inutile svuotare la valigia per utilizzare l’armadio. La cosa migliore che possiamo fare è disporre in valigia per ultimi gli indumenti che sappiamo utilizzeremo per primi.

Avete programmato di andare in spiaggia non appena giunti a destinazione? Riponete bikini e telo da mare per ultimi. Sapete che è prevista pioggia? Riponete per ultimi ombrello ed impermeabile. Eviterete così di rovinare in pochi secondi il grande lavoro fatto prima di partire, più simile ad una partita di tetris che ad un bagaglio.

#7 Studiare abbinamenti intelligenti

La scelta più diffusa è quella di avere per ogni giorno un look giornaliero ed uno serale. In questo modo, però, rischieremo di portare con noi tutto l’armadio. Cerco sempre di portare con me dei capi multitasking, da poter utilizzare una volta la sera e poi il giorno successivo (scelgo quest’ordine, in quanto la sera si indossano i vestiti per poche ore e si sporcano meno). Una bella canotta può essere perfetta la sera abbinata con una gonna e il giorno dopo con dei jeans. Il segreto? Puntare sugli accessori. In ogni caso, abbiamo tutto il resto dell’anno per vestirci bene. In viaggio preoccupatevi solo di essere comodi e di sfruttare al massimo ogni momento!

Martina

Martina

Sono Martina, abito a Padova e nella vita, oltre ad essere un’instancabile viaggiatrice, sono una Web Developer a tempo pieno. Amo la fotografia. Spero di riuscire ad ispirare chi, come me, è animato da una grande passione per la scoperta di posti nuovi.

2 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *